Il cancro al seno … una delle più grandi paure delle donne.

Quando avevo circa dieci anni, fui operata d’urgenza di appendicite.
Anni fa, non andavano tanto per il sottile, e io bambina ero in una sala dell’ospedale insieme ad altre tre donne adulte con varie patalogie. Tra queste c’era una signora che avrà avuto la mia età di adesso. In realtà non era signora, era una signorina e i medici e gli infermieri che entravano glielo ricordavano appena potevano. Io ero incuriosita da questa “signorina” e volevo capire cosa le fosse capitato di così importante e perchè tutti si affollavano continuamente intorno al suo letto. Una mattina vennero a “sfasciarle” il torace per rifare la fasciatura e la vidi. La signorina non aveva più il seno, aveva al posto delle mammelle due cicatrici giganti, rattoppate con delle fibie nere, che le si incrociavano sul petto.
Restai scioccata. Non avevo mai visto niente del genere. Mia madre che era stata in ospedale con me, fino ad allora, mi aveva sempre distratto per non farmi vedere. Quella mattina era andata a casa non ricordo a far cosa ed io ero sola. Avevo visto. A mia madre non dissi niente. Forse glielo dirò adesso, ma credo che neanche si ricordi più della “signorina”. Io invece, dopo quarant’anni, ce l’ho ben chiara in mente.
Il suo viso atterrito e quasi stupito nel vedersi le cicatrici è davanti a me. Gli occhi tristi di zitella con una croce dipinta sul petto.
Quando poi è arrivato il mio turno di capire il ruolo del “seno” nella vita di una donna, ho compreso ancora meglio la perdita subita e mi è sopraggiunta la paura. Speriamo che a me non capiti mai … per fortuna così è stato, ma le statistiche sono impietose con le donne.
1 donna su 9 è colpita da cancro al seno e sperimenta quell’angoscia e quella paura. Numeri da far tremare i polsi. Numeri da far sì che ciascuna di noi, conosca almeno una decina di donne che sono passate per questa terribile esperienza. Eppure ancora oggi se ne parla poco. Anzi meglio, ne parliamo poco, anche tra noi.
Può darsi sia pudore, può darsi sia paura o chissà che altro, ma noi donne anche nella malattia, anche quando siamo colpite duramente ce la “vogliamo” cavare da sole…
Io ho avuto la fortuna, per davvero FORTUNA, di fare una magnifica chiaccherata con Sabrina Paravicini, attrice-regista-scrittrice e creativa, che ha passato le forche caudine della chemioterapia e della mastectomia e ho capito quanto importante fosse parlarne.

Ciascuna persona che intraprende il cammino della cura contro un cancro, è inevitabilmente da sola contro la malattia. Ma il ruolo di chi è vicino, di chi la conosce, di chi fa parte della sua vita è determinante per riprendere il cammino della vita. E per aiutare e aiutarci tra di noi, è necessario sapere a cosa si va incontro e a come si può intraprendere un cammino di cura e a quanto sia necessaria la presenza, talvolta anche silenziosa, delle amicizie, dei colleghi, della famiglia e anche del partner ( ruoli in ordine sparso, ciascuno di noi stili la lista di importanza).

Potrei usare tante parole, ma vorrei che ascoltiaste le parole di Sabrina che trovate a questo link “Il mio viaggio in fondo alle paure”.

Ho raccolto la sua storia e la trovate su Confidenze nr. 44 in edicola dal 27 Ottobre 2020. Leggetela, le consiglio a tutti.

Auguro a tutte noi tanta buona vita, ricordando che un seno in meno non pregiudica in nessun modo il nostro essere donne, che è molto di più. Oggi lo so e ho meno paura.

 

{lang: 'it'}

Confidenze nr. 42 – Editoriale di Angelina Spinoni

La paura della preda, il passo veloce e le spalle curve.

Quando ero bambina ho avuto il seno molto presto, già a dieci anni ho dovuto indossare un reggiseno. Non era colpa mia, è capitato così. ….

13 - Editoriale Direttrice - Ottobre 2020

{lang: 'it'}

Felice tra i motori – Storia di Alessandra Lucaroni – Confidenze nr. 39 – Settembreo 2020

La storia di Alessandra Lucaroni e della sua Officina delle Donne, perchè niente può fermare una donna che ha una passione. Evviva le camioniste, le meccaniche, le magazziniere  …

12 - Storia di Alessandra Lucaroni pag.1 12 - Storia di Alessandra Lucaroni

{lang: 'it'}

Nelle viti c’è la vita – Storia di Nicola Numeroso – Confidenze nr. 37 Settembre 2020

La mia famiglia coltiva vigne da cinque generazioni: potevo emigrare al Nord, ho deciso di restare perchè mi sentivo avvinto a queste terre e ai loro frutti. L’ho promesso a mio papà che oggi non c’è più, ma che avverto ancora vicino a me .

Ecco la bellissima storia d’amore e di terra di Nicola:

11 - Storia di Nicola Numeroso - pag. 2 Light 11 - Storia di Nicola Numeroso - pag. 2

 

 

{lang: 'it'}

La teiera della felicità – Confidenze nr. 35 Agosto 2020

Può un oggetto far riemergere ricordi e certezze? La casualità esiste oppure il destino talvolta trama per noi?

La storia di Giulia ci mostra che non tutto è programmabile …

10 - La teiera della Felicità 10 - La teiera della Felicità pag.2 10 - La teiera della Felicità pag.3

{lang: 'it'}

Non è mai troppo tardi in amore – Storia di Costanza – Confidenze nr. 31

Confidenze nr. 31 del 21 Luglio 2020.

Un invisibile filo rosso ha tenuto legati me e Ruggero a una promessa mai dimenticata: è stata la vena di follia che affliggeva mio fratello Michele a unirci? Forse, Ma adesso è tempo di riprendere in mano la nostra felicità

Per ascoltare il bellissimo podcast interpretato da Rachele Catanese clicca qua:

Non è tardi mai in amore

BUONA LETTURA e BUON ASCOLTO

9 - Non è mai tardi in amore Pag. 1 9 - Non è mai tardi in amore - Pag. 2 light 9 - Non è mai tardi in amore - Pag. 3 light

{lang: 'it'}

Azzorre – Di te qualcosa che parli – Storia di Cecilia Giampaoli – Luglio 2020

L’8 febbraio del 1989 un aereo partito da Bergamo, con 144 persone a bordo, si schianta su una montagna delle isole Azzorre. Una bambina di sei anni perde il padre nel disastro. Venticinque anni dopo la stessa bambina decide di partire per l’arcipelago portoghese. Azzorre è il  viaggio di quella bambina ormai donna. Il bellissimo libro AZZORRE edito da NEO EDIZIONI è da leggere.

Qui il raconto dalla voce diretta di Cecilia su Confidenze nr. 30 del 14 Luglio.

8 - Storia di Cecilia Giampaoli Azzorre - Luglio 2020 Light 8 - Storia di Cecilia Giampaoli Azzorre - Luglio 2020 pag. 2 Light

{lang: 'it'}

Origami di serenità – Storia di Elisa Brunetto – Giugno 2020

Per chi volesse cimentarsi nella “costruzione” di un origami, il video di Elisa vi guiderà passo passo. Cliccate su : ORIGAMI DI FELICITA’

Secondo una tradizione giapponese, fare mille gru di carta porterebbe fortuna … a questo punto, non resta che iniziare.

Buon Origami a tutti

7 - Storia di Elisa Brunetto Articolo light

65795544_2357422587836006_956267325923786752_n

 

 

 

 

{lang: 'it'}

Io & lei sulla strada – Storia di Federico Marangoni – Aprile 2020

Io & lei può definirsi una storia d’amore sui generis. La lei di questa storia è “graziella”, sì quella bicicletta snodabile degli ’70 e ’80 che ha segnato qeull’epoca. Un giorno Federico decide di iniziare un viaggio con lei, la graziella e un po’ per scherzo, un po’ per scomessa parte.

L’itineraio migliore è percorrere in due tappe la “Via Francigena” e così parte. Il resto della storia la potete leggere qui:

5 - Storia di Federico - Io & Graziella pag.1 5 - Storia di Federico - Io & Graziella pag. 2 5 - Storia di Federico - Io & Graziella pag. 3

{lang: 'it'}

Giro del mondo in musica – Storia di Nicoletta e Chris – Maggio 2020

Christofer e Nicoletta sono una coppia di musicisti straordinari e unici. Hanno viaggiato in tutti i continenti inseguendo l’ispirazione ed esibendosi in luoghi insoliti. Nella loro ultima avventura hanno raggiunto Shangai via terra. Il loro viaggio vi conquisterà.

6 - Storia Nico e Chris - pag. 1 nr. 22 Maggio 2020 6 - Storia Nico e Chris - pag.2

{lang: 'it'}